Giugno…sardine!


Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Dopo aver fatto il pieno di verdure negli ultimi mesi (spinaci, asparagi, piselli) abbiamo deciso di dedicare il mese di giugno a un ingrediente che spesso viene definito “pesce povero” per il basso costo, ma che è davvero ricco di sostanze nutritive e benefici per il nostro organismo: le sardine.

Sardine stagioni nel piatto

Le sardine fanno parte dei cosiddetti “pesci azzurri“, un insieme di diverse specie ittiche largamente disponibili nel mar Mediterraneo e pescato in gran quantità, dalla colorazione del dorso con sfumature bluastre o azzurre e colore argenteo del ventre, di piccola taglia e dal costo decisamente basso.
Molteplici sono i benefici del consumo di pesce azzurro: sono ricchi di grassi buoni“, sono ipocalorici, la loro pesca non impoverisce la biodisponibilità marina.

La sardina vive nei mari temperati (oceano Atlantico, oceano Pacifico e mar Mediterraneo), ha un corpo slanciato lungo mediamente 15-20 centrimetri e il dorso ricoperto di scaglie, è di colore verde-azzurro e si nutre di plancton.
Viene venduta fresca o conservata sotto sale o sott’olio.
Viene anche venduto il bianchetto (o gianchetto) di sardina: si tratta del novellame di sardina, la cui pesca è permessa solo nel momento in cui viene verificato che non danneggia la risorsa ittica, inquadrata all’interno di un piano ittico di gestione a livello nazionale e approvato dall’Unione Europea.

Come scegliere le sardine al mercato

Per essere sicuri di acquistare sardine fresche e di buona qualità è sufficiente attenersi alle regole di base che andrebbero seguite in generale per l’acquisto del pesce fresco:

  • occhio vivo, brillante e in rilievo;
  • l’odore tenue, non dolciastro o dal retrogusto di ammoniaca;
  • carni sode e turgide;
  • branchie rosse e umide.

In generale, diffidate dai pesci con ventri rigonfi o molli o che presentano occhi opachi o infossati.

Come utilizzare le sardine in cucina

Le sardine sono protagoniste della cucina in preparazioni che ne prevedono la marinatura, in cotture alla griglia o fritte, in golosi sughi per primi a base di pasta.

Esistono numerose ricette della tradizione regionale che prevedono l’impiego di questo prezioso pesce: le sarde a beccafico e la pasta con le sarde tipiche della cucina siciliana, le sarde ripiene liguri o le sarde in saor venete.

Questo mese noi proveremo a utilizzare questi piccoli pesci azzurri in diverse ricette che vi proporremo settimana dopo settimana e che troverete, come sempre, elencate qui di seguito mano a mano che saranno pubblicate. Se invece volete scoprire tutte le ricette con le sardine presenti sul blog, potete visitare questa pagina.

Le ricette del mese con le sardine

Ecco le ricette con le sardine che stiamo preparando nel corso del mese:


Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.