Finta pizza con sardine, stracciatella e pomodori secchi


Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Questa ricetta è nata su suggerimento di un’amica che lo scorso capodanno ci ha raccontato di aver mangiato, in un ristorante, una specie di millefoglie di carasau con sardine marinate, pomodori secchi e burrata.

Finta pizza con sardine, stracciatella e pomodori secchi

Io ho deciso di trasformare questa millefoglie in una finta pizza molto simpatica da servire come antipasto. Ho usato sardine fresche, che potete marinare da crude o da cotte (io ho provato entrambe le varianti) e pomodori secchi sottolio. Qualche fogliolina di basilico a profumare il tutto e la vostra finta pizza con sardine marinate, stracciatella e pomodori secchi è pronta per essere servita.

Questo antipasto con pane carasau è perfetto per un pranzo estivo. Il consiglio è di prepararlo subito prima di servirlo: in questo modo il pane alla base della pizza conserverà tutta la sua croccantezza.

Stagionalità

Potete preparare questo colorato antipasto con le sardine e la stracciatella tutto l’anno, ma noi vi consigliamo di gustarlo nelle stagioni più calde.

Finta pizza con sardine, stracciatella e pomodori secchi: ricetta

Ingredienti (per 4 persone)

1 sfoglia di pane carasau (semicerchio)
12 sardine
12 pomodori secchi sottolio
100 g di stracciatella
qualche foglia di basilico
50 ml di olio extravergine di oliva
20 ml di aceto di mele
sale e pepe q.b.

Dopo aver pulito le sardine, cuocetele al vapore per circa 2 minuti. Lasciatele raffreddare e trasferitele con delicatezza in una piccola pirofila che possa contenerle tutte affiancate. Unite l’olio e l’aceto quindi versate il condimento sulle sardine, salatele e pepatele. Coprite la pirofila con la pellicola trasparente e fate marnare in frigorifero per 3-4 ore.

Trascorso il tempo della marinatura potete comporre la finta pizza: sulla sfoglia di pane carasau disponete i filetti di sardine marinati, i pomodori secchi, la stracciatella a piccole cucchiaiate e qualche foglia di basilico lavata e asciugata. Servite subito.

Suggerimenti

Le sardine possono essere marinate anche a crudo: in questo è importante che siano state congelate a -18°C per almeno 96 ore in modo da abbattere il rischio di contaminazioni. Se decidete di marinarle a crudo, preparate una marinata più acida, con pari quantità di olio e aceto, e fatele riposare per mezza giornata. Considerate che in questo caso resteranno un po’ più crude.


Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.