Pasta integrale con rucola, pomodori secchi e pinoli

La pasta integrale con rucola, pomodori secchi e pinoli è una di quelle ricette vegetariane che una volta provate non si abbandona più: bastano pochissimi ingredienti per preparare un condimento leggero, semplice, gustoso, adatto anche per quando si ha fretta.

Come nasce l’idea di creare una salsa con rucola, pomodori secchi e pinoli? Semplicemente cercando un’alternativa al classico pesto di rucola, per ingentilirne leggermente il sapore amaro. Da qui l’idea di provare ad aggiungere dei pomodori secchi che, con il loro gusto sapido, creano un buonissimo contrasto.

Pronti a mettere mano al mixer, quindi, per provare la nostra pasta integrale con rucola, pomodorini secchi e rucola!

Pasta integrale con rucola, pomodorini secchi e pinoli

Stagionalità

Gli ingredienti sono reperibili tutto l’anno. Vi consiglio di preparare la nostra pasta integrale con rucola, pomodori secchi e pinoli nei mesi estivi.

Pasta integrale con rucola, pomodori secchi e pinoli: ricetta

Ingredienti (per 4 persone) 
320 g di penne integrali
100 g di rucola
180 g di pomodori secchi
40 g di pinoli
olio extravergine di oliva
sale  

Fate cuocere le penne integrali in abbondante acqua salata per il loro tempo di cottura previsto.

Fate ammorbidire i pomodori secchi lasciandoli in ammollo per circa 10 minuti in acqua tiepida. Scolateli e teneteli da parte.

Lavate e asciugate molto bene la rucola; tritatela in un mixer con i pinoli e i pomodori secchi ammorbiditi e ben strizzati azionando il mixer per brevi intervalli di pochi secondi così da evitare di scaldare le lame e, di conseguenza, il pesto. Aggiungete un filo di olio extravergine di oliva fino ad ottenere una salsa omogenea.

Scolate le penne e conditele con la salsa di rucola, pomodori secchi e pinoli. Se volete potete aggiungere ai piatti una manciata di pinoli tostati in padella senza alcun condimento aggiunto. 

Suggerimenti

Se volete dare un gusto ancora più deciso alla salsa, potete aggiungere un po’ di parmigiano grattugiato!

Se non avete i pinoli, un’ottima alternativa può essere quella di usare delle mandorle o delle noci.

image_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.