Agosto… insalata!

Per il mese di agosto abbiamo deciso di utilizzare come ingrediente del mese l’insalata: non un ortaggio specifico, quindi, ma un insieme variegato che in questo periodo si trova davvero spesso sulle nostre tavole.

insalata-stagioni-nel-piatto

Il caldo e le vacanze, infatti, non ci invogliano certo ad accendere forno e fornelli: chi, magari al ritorno dalla spiaggia o da una bella passeggiata in montagna, non ama avere in poco tempo qualcosa di pronto in tavola, senza lunghe cotture e al contempo leggero, gustoso e nutriente? Ecco spiegato il motivo per cui in questo mese vi proporremo alcune ricette di insalate estive, da quelle più tradizionali a quelle con accostamenti più inusuali. Lo faremo senza dimenticare la nostra vocazione stagionale e di coltivatori in erba: lasciateci quindi fare qualche piccolo appunto relativo all’acquisto del nostro ingrediente di stagione.

L’insalata ormai è un ingrediente disponibile sui banchi del mercato e dei supermercati praticamente tutto l’anno: ma siamo in estate, impariamo a riconoscere quali tipologie sono tipiche di questa stagione per avere ingredienti al massimo della loro freschezza e fragranza. Via libera, ad esempio, a rucola, soncino e lattuga, che troveremo nella varietà cappuccio, riccia, a palla e romana. Di particolare tenerezza il lattughino, insalatina da taglio. Lasciamo invece cicorie, indivie e radicchi (a meno delle cultivar precoci) per la stagione autunnale e invernale.

Coltivare la propria insalata in orto o in vaso sul balcone è piuttosto semplice: servono poco spazio, terreni drenanti, qualche seme per iniziare, innaffiature regolari e un po’ di pazienza. Fate solo attenzione a raccogliere i vostri cespi di insalata prima che la pianta “vada in fiore”, ossia inizi a crescere vertiginosamente verso l’alto producendo fiori e semi: in questo caso le foglie non saranno più adatte alla cucina, dato che la pianta avrà privilegiato la crescita dei fiori a discapito dello sviluppo fogliare.

Se possibile preferite insalate vendute a cespi invece di quelle preparate in busta in quanto il prodotto non lavorato presenta molteplici vantaggi: costa meno e rende di più, ha una durata sicuramente superiore se conservato correttamente in frigorifero e mantiene inalterati i suoi principi nutritivi per più tempo (è noto, infatti, che alcuni nutrienti, come ad esempio le vitamine, soffrono e si deteriorano per azione meccanica, come il taglio).

Ma quali tipologie di insalate possiamo portare sulle nostre tavole? Non c’è praticamente limite alla fantasia! Si possono usare moltissimi ingredienti, stando attenti al giusto bilanciamento dei sapori e delle consistenze. In cucina possiamo distinguere fra insalate verdi, il classico contorno semplice costituito da ortaggi verdi a foglia e condito con olio e aceto, insalate semplici in cui l’ingrediente principale è costituito da una verdura cotta (anch’essa con funzione di contorno) e infine insalate composte, le celebri insalatone, costituite da ingredienti diversi, tra cui anche formaggi, carni e pesci.

Anche i condimenti possono variare molto, a seconda degli ingredienti che costituiscono l’insalata: si può passare da un classico olio e aceto a un condimento a base di limone per spostarsi su salse o dressing più elaborati.

Di seguito trovate le ricette che abbiamo preparato questo mese, ma per maggiori ispirazioni visitate la nostra pagina con tutte le ricette di insalate

Insalata di anguria con quartirolo e olive nere: freschissima, facile da fare e perfetta per le calde giornate estive!

Insalata con fagiolini, ceci e tapenade di olive nere, per portare in tavola un’insalata diversa dal solito!

FAI SAPERE AI TUOI AMICI CHE TI PIACE!
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *