Pasta risottata con zucca, cicorino e guanciale


Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Pasta risottata. Ebbene sì, probabilmente avrete già sentito questa espressione: si tratta semplicemente di una pasta cotta alla maniera del risotto, quindi con la graduale aggiunta di acqua bollente o brodo in padella fino a completare la cottura della pasta. Era una vita che volevo sperimentare questo tipo di cottura per la pasta e finalmente mi sono deciso e ho realizzato un primo piatto perfetto per la fine dell’inverno e l’inizio della primavera: pasta risottata con zucca, guanciale e cicorino.

Pasta risottata con zucca, cicorino e guanciale

A differenza di una normale cottura, in questo modo avrete una pasta molto cremosa e saporita poiché il glutine non viene disperso e aiuta a far tirare il fondo di cottura! Al fine cottura poi si fa una bella mantecatura con del parmigiano grattugiato e la pasta risottata è servita!

Ve la propongo con zucca tagliata a dadini, cicorino (che dopo averlo sperimentato ripassato in padella è ufficialmente entrato nella mia dieta) e guanciale tagliato fine fine. Fondamentale è scegliere una pasta di ottima qualità, che tenga bene la cottura e resti al dente.

Per la cottura potete usare acqua bollente salata o brodo vegetale leggero, a seconda della disponibilità. Io ho utilizzato l’acqua di cottura rimasta dopo aver cotto al vapore la zucca per i miei muffin salati e nella quale ho precedentemente sbollentato la zucca avanzata e il cicorino prima di congelarli.

Stagionalità

Potete preparare questa pasta risottata con zucca, cicorino e guanciale tra gennaio inoltrato e aprile, quando entrambi gli ortaggi sono di stagione.

Pasta risottata con zucca, cicorino e guanciale: ricetta

Ingredienti (per 4 persone)

300 g di pasta, tipo maccheroncini o penne
300 g di zucca pulita
200 g di cicorino
50 g di guanciale
mezza cipolla
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
sale, pepe q.b.
brodo q.b.

Tagliate la zucca a dadini piuttosto piccoli (circa 6 mm di lato), lavate molto bene e asciugate il cicorino. Portate a bollore del brodo vegetale leggero o dell’acqua salata.

In una padella fate rosolare il guanciale tagliato molto sottile con la cipolla tritata. Non appena il guanciale sarà ben dorato unite la zucca a dadini e lasciate insaporire per un paio di minuti, quindi aggiungete anche le foglie di cicorino e fatele appassire per 2-3 minuti. Unite in padella la pasta cruda e aggiungete un paio di mestoli di brodo bollente.

Fate cuocere la pasta mescolando di tanto in tanto e aggiungendo un mestolo di brodo ogni volta che si sarà assorbito il precedente fino a portare la pasta a cottura. Spegnete la fiamma e unite il parmigiano mescolando bene. Regolate di pepe a piacere e servite.

Suggerimenti

Durante la cottura aggiungete poco brodo alla volta per evitare di trovarvi con una pasta cotta e ancora troppo umida. L’ideale è arrivare a fine cottura con un condimento cremoso e morbido. Per questo è importante scegliere una pasta di ottima qualità.

A volte in cucina fa comodo avere a disposizione del brodo vegetale, come in questo caso: un modo per averlo a portata di mano è quello di prepararne di più quando ne avete l’occasione per poi congelarlo.

Vi consiglio di utilizzare un formato di pasta corto e non troppo grande: benissimo penne, mezze penne, fusilli o maccheroncini ad esempio; invece, meglio evitare tortiglioni, mezze maniche o spaghetti.


Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.