Filetti di spigola con porri e pomodori secchi


Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

I filetti di spigola in padella con porri e pomodori secchi sono una ricetta semplice, nata per caso una sera: l’idea era preparare un secondo veloce e saporito, che fosse gustoso, ma che allo stesso tempo richiedesse pochi ingredienti.

Filetti di spigola con porri

In frigorifero c’era un bel porro (che in effetti avevo preso per fare una vellutata, ma fa niente…), dei pomodori secchi sottolio e delle olive taggiasche e così ho deciso di fare una prova. Mi piace molto il porro: fatto stufare lentamente rilascia tutto il suo gusto dolce simile alla cipolla, ma molto più delicato. Abbinato a gusti più decisi, come pomodori secchi e olive, è un successo assicurato.

La spigola (o branzino) ha un sapore delicato e le sue carni non hanno bisogno di grandi elaborazioni o di preparazioni estremamente complesse. A dirla tutta basta cucinare i filetti di branzino con un po’ di vino bianco per avere un piatto di tutto rispetto. Per cui cottura delicata e in pochi minuti avrete un secondo piatto da leccarvi i baffi!

Stagionalità

I filetti di spigola in padella con porri seguono la stagionalità di questo ortaggio e possono quindi essere preparati tra l’autunno e l’inizio della primavera. Il branzino è disponibile praticamente tutto l’anno ma, trattandosi di una specie molto sfruttata, come sempre vi consigliamo di mangiarlo con moderazione alternandolo a pesci meno sotto pressione (controllate i nostri calendari delle stagioni).

Filetti di spigola con porri e pomodori secchi: ricetta

Ingredienti (per 4 persone)

4 filetti di spigola
300 g di porri
8 pomodori secchi sottolio
40 g di olive taggiasche
150 ml d vino bianco
olio extravergine di oliva, sale e pepe q.b.

Eliminate la parte finale del porro, quella più coriacea e tagliate il restante a tronchetti e poi divideteli a metà per il lungo. Lavate accuratamente il porro facendo bene attenzione a pulirlo anche internamente (il porro cresce interrato quindi può avere molti residui di terra anche all’interno dei vari strati).
Una volta pulito, tagliatelo a striscioline e mettetelo in una padella insieme a 4 cucchiai di olio e quattro di acqua.

Fate appassire il porro a fiamma bassa per 10 minuti coprendo con un coperchio e mescolando di tanto in tanto. Se vedete che asciuga troppo potete aggiungere poca acqua.

Aggiungete i filetti di spigola in padella appoggiandoli dalla parte della pelle e fate rosolare per 2 minuti a fiamma vivace. Unite i pomodori secchi tagliati a pezzetti e le olive. Sfumate con il vino bianco, regolate di sale e fate evaporare a fiamma vivace per altri 2 minuti.

Abbassate quindi la fiamma, coprite e portate il pesce a fine cottura senza mai girarlo. Ci vorranno circa 7-8 minuti, comunque valutate la cottura delle carni perché i tempi dipendono molto dalla dimensione dei filetti.

Prima di servire cospargete con una macinata di pepe nero.

Suggerimenti

Potete preparare questo piatto anche utilizzando filetti di altri pesci, come orata o scorfano.


Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.