Confettura di cachi fatta in casa

I cachi sono dei dolcissimi frutti tipicamente autunnali. Ne esistono diverse varietà, dal cachi vaniglia al morbido Loto di Romagna. La confettura di cachi è un modo perfetto per conservare il gusto unico di questi frutti anche quando la loro stagionalità si è conclusa.

Confettura di cachi fatta in casa

Per preparare la confettura di cachi in casa in totale sicurezza è importante tenere a mente qualche regola:

  • le marmellate e le confetture sono solitamente sicure perché la frutta presenta un grado di acidità sufficiente a evitare la formazione di tossine; i cachi tuttavia sono frutti poco acidi ed è quindi fondamentale regolare l’acidità della confettura aggiungendo il succo di limone;
  • sanificare i barattoli di vetro in acqua bollente per almeno 20 minuti e usare coperchi sempre nuovi;
  • scegliere sempre barattoli di dimensione piccola, così che una volta aperti possano essere consumati in breve tempo;
  • come qualsiasi conserva, casalinga o industriale, perché possa durare nel tempo è importantissimo creare il sottovuoto all’interno del barattolo e verificare che si mantenga nel tempo. In caso contrario riporre la confettura in frigorifero e consumarla in pochi giorni.

Seguendo queste semplicissime accortezze potrete preparare in casa la confettura di cachi e averla a disposizione per i mesi a venire. Per realizzare questa ricetta scegliete i cachi a polpa morbida (quelli a pasta dura non sono adatti): io ho aromatizzato con un baccello di vaniglia che avevo privato dei semi per altre ricette e poi congelato: un ottimo modo per riciclare il baccello di vaniglia avanzato!

L’aggiunta alla ricetta della buccia di una mela permette di evitare l’uso della pectina in polvere poiché la mela ne è ricca e aiuterà la marmellata ad addensarsi.

Stagionalità

Potete preparare la confettura di cachi in autunno, quando i frutti sono di stagione, dolci e maturi al punto giusto.

Confettura di cachi fatta in casa: ricetta

Ingredienti (per circa 4 barattoli da 250 ml)

1.2 kg di cachi (peso frutti puliti)
400 g di zucchero
160 ml di succo di limone
la buccia di una mela
vaniglia (mezzo baccello se senza semi, un terzo se con i semi)

Pulite i cachi eliminando il piccolo e la pelle e mettete la polpa in una casseruola capiente. Unite anche lo zucchero, il succo di limone e la buccia di mela tagliata a pezzetti.

Portate sul fuoco e fate cuocere a fiamma media fino a raggiungere il bollore. Abbassate leggermente la fiamma e continuate la cottura, mescolando ogni tanto, fino a che la confettura avrà raggiunto la consistenza desiderata. Per verificare se è pronta potete metterne un cucchiaino al centro di un piatto: se scivola senza lasciare acqua potrete spegnere il fuoco. Ci vorranno circa 30-40 minuti. Se volete una consistenza più liscia potete passare rapidamente la confettura con un frullatore a immersione.

Mettete la confettura di cachi ancora bollente nei barattoli precedentemente sterilizzati e asciutti. Chiudete i coperchi e fate raffreddare i barattoli capovolti perché si formi il sottovuoto. Una volta freddi verificate: se il sottovuoto si è formato potete riporli in dispensa, altrimenti potete metterli in frigorifero e consumarli entro qualche giorno o, in alternativa, cambiare i tappi e procedere alla pastorizzazione mettendo i barattoli in acqua fredda in una pentola capiente e lasciandoli cuocere per 20 minuti dal bollore così si formare il sottovuoto.

Suggerimenti

La confettura di cachi è piuttosto dolce, tuttavia non è consigliabile ridurre troppo lo zucchero perché è fondamentale per la conservazione. Se preferite potete non aggiungere la vaniglia.

image_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.