Vellutata di zucca e castagne

Non ci sono ingredienti più autunnali di quelli impiegati in questa ricetta, la zucca e le castagne. E non c’è piatto più autunnale della vellutata. Ecco quindi che la vellutata di zucca e castagne diventa il comfort food per eccellenza per queste prime piovose giornate d’autunno, in cui una ciotola profumata e fumante ci riscalda e ci fa stare bene.

In questi mese la zucca e le castagne sono di stagione, perfette per esprimere al massimo tutto il loro gusto e il loro sapore: insieme si esalteranno a vicenda le note dolci, contrastate da una manciata di rosmarino che darà il giusto contrappunto.

vellutata di zucca e castagne

In questa ricette ho volutamente evitato di utilizzare panna o patate per rendere più cremosa la vellutata: non volevo coprire o appesantire la ricetta e ho preso la scusa di ospiti intolleranti al lattosio in casa per provare, con ottimi risultati! Per avere un risultato davvero “velutato”, però, provate ad aggiungere un cucchiaio di panna a fine cottura: otterrete una consistenza setosa davvero invidiabile.

Stagionalità

La vellutata di castagne e zucca è perfetta per l’autunno.

Vellutata di zucca e castagne: ricetta

Ingredienti (per 4 persone)
500 g di zucca
220 g di castagne
mezza cipolla
olio extravergine di oliva
brodo vegetale
sale q.b.
pepe q.b.
rosmarino

Fate sbollentare le castagne per circa 5 minuti, dopo aver inciso leggermente il guscio esterno. Toglietele dall’acqua, eliminate la buccia e la pellicina bianca e fatele bollire nuovamente per altri 40 minuti.

Preparate nel frattempo la zucca: pulitela, tagliate a pezzetti la polpa e fatela rosolare in una pentola, in cui avrete precedentemente fatto imbiondire la cipolla con un filo di olio extravergine di oliva. Aggiungete poco brodo vegetale ben caldo e continuate a cuocere per altri 20/25 minuti, fino a quando la zucca risulterà tenera, salando e aggiungendo altro brodo se necessario.

Frullate la zucca con le castagne fino a ottenere una consistenza liscia e cremosa. Regolate di sale e pepe, suddividete nei piatti e decorate con il rosmarino tritato grossolanamente.

image_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.