Pasta e ceci al profumo di limone e finocchietto


Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Ingredienti pasta e ceci al profumo di finocchietto selvatico e limone

Uno degli aspetti positivi dell’arrivo dell’inverno è la possibilità di cominciare a preparare zuppe e minestre a non finire. Io le adoro, tutte, e le cucino sempre con grande entusiasmo. Amo in particolar modo i legumi e la pasta e ceci può vantarsi di essere nelle posizioni più alte della mia personale classifica!

Oggi vi propongo una versione di pasta e ceci molto gustosa e delicata, preparata con ceci secchi, quadrucci all’uovo (che potete fare da voi seguendo la nostra ricetta della pasta all’uovo) e profumata da finocchietto selvatico e scorza di limone. Una vera delizia!

Prepararla è semplice, ma richiede un po’ di tempo perché la cottura dei ceci secchi è piuttosto lunga. Potete anche prepararne in quantità e poi congelarla prima di buttare la pasta: sarà a vostra disposizione quando vorrete una bella zuppa casalinga!

Stagionalità

La zuppa di ceci può essere preparata tutto l’anno utilizzando i legumi secchi, ma è consigliabile farla nelle stagioni più fredde: la gusterete di certo di più.

Pasta e ceci al profumo di limone e finocchietto: ricetta

Ingredienti (per 4 persone)

150 g di quadrucci all’uovo secchi
200 g di ceci secchi
1 carota
1 cucchiaio di semi di sesamo (facoltativo)
2 spicchi di aglio
25 g di finocchietto selvatico
la scorza di un limone non trattato
olio extravergine di oliva, sale e pepe q.b.

Per prima cosa mettete a mollo in acqua fredda i ceci per il tempo indicato, solitamente dalle 10 alle 12 ore. Scolateli, sciacquateli e teneteli da parte.

In una pentola piuttosto capiente, mettete la carota tritata finemente, i due spicchi di aglio pelati e schiacciati e un paio di cucchiai di olio. Fate soffriggere per qualche minuto quindi aggiungete i semi di sesamo e fate tostare per 30 secondi. Unite anche i ceci e fate insaporire per 2-3 minuti.

Aggiungete 3 litri di acqua, il finocchietto selvatico tritato finemente e fate cuocere per un paio di ore, aggiungendo acqua se necessario. Trascorso il tempo, regolate di sale. Buttate la pasta e cuocete per il tempo di cottura (la metà se desiderate consumare la zuppa leggermente intiepidita).

Al momento di servire, cospargete la zuppa con un po’ di pepe nero e la scorza di limone grattugiata direttamente nei piatti.

Pasta e ceci al profumo di finocchietto selvatico e limone

Suggerimenti

Evitate il dado: gli aromi sono sufficienti a dare un gusto delicato alla zuppa. Se gradite, potete insaporire con un po’ di rosmarino o un paio di foglie di salvia aggiunte al brodo.

Se preferite, potete utilizzare della normale pasta di grano duro, i ditaloni sono sicuramente un formato perfetto. Potete anche utilizzare i fondi di vari formati che avete in casa, spezzettandoli grossolanamente e rispettando i diversi tempi di cottura (considerate 50 g a testa).

Se non avete i ceci secchi (che comunque consiglio sempre) o volete velocizzare i tempi, potete utilizzare quelli precotti in scatola. Quando li acquistate controllate che non abbiano inutili zuccheri aggiunti. In questo caso ne serviranno circa 350-400 g e potete ridurre l’acqua a 2 litri poiché la zuppa cuocerà meno tempo.


Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.