Crostini con caprino e robiola allo zafferano, capperi e noci

Per questo dicembre abbiamo deciso di proporvi una serie di antipasti semplici e sfiziosi, perfetti per le prossime feste. Spesso quando si pensa a un menù per il pranzo di Natale o il cenone di Capodanno si ha voglia di qualche cosa di nuovo e gustoso da proporre come antipasto, ma non sempre arriva l’idea giusta: per questo, ci siamo qui noi! Oggi vi propongo dei semplicissimi crostini con caprino e robiola allo zafferano, da servire con noci e capperi. Semplici, veloci e buonissimi!

Crostini con caprino e robiola allo zafferano

Per preparare questi crostini non serve molto tempo e gli ingredienti vengono lavorati pochissimo per cui è fondamentale che siano di buona qualità: scegliete formaggi freschi e saporiti e capperi sotto sale, io ad esempio ho usato i capperi di Pantelleria IGP, che sono belli carnosi e gustosi.

Come base potete scegliere ciò che preferite, a patto che sia croccante in modo da contrastare la cremosità della crema di formaggio e zafferano: spazio a crostini di ogni forma e gusto – integrali, ai cereali, con semi – o a fettine di pane casereccio ben tostato in forno.

Provate a servire questi crostini con caprino e noci ai vostri invitati e vedrete che saranno un successone!

Stagionalità

Potete preparare i crostini con caprino e robiola allo zafferano tutto l’anno non essendoci ingredienti stagionali.

Crostini con caprino e robiola allo zafferano: ricetta

Ingredienti (per 12 crostini)

12 crostini ai semi
120 g di caprino vaccino
120 g di robiola
1 bustina di zafferano
12 capperi sotto sale
6 gherigli di noce
basilico secco
semi di papavero a piacere
sale q.b.

Per prima cosa preparate la crema di formaggio: mescolate in una ciotolina il caprino e la robiola, unite un pizzico di sale, un po’ di basilico secco tritato e lo zafferano. Mescolate bene fino a ottenere una crema omogenea. Trasferitela in un sac-à-poche e tenete da parte.

Disponete i crostini su un piatto da portata e formate un ciuffo di crema al formaggio su ciascuno di essi. Decorate ogni crostino con un cappero tagliato a metà, mezzo gheriglio di noce spezzettato grossolanamente e semi di papavero a piacere. Servite freschi.

Suggerimenti

Se preferite potete utilizzare un caprino di latte di capra invece di quello vaccino, a seconda dei vostri gusti.

Potete preparare i vari ingredienti in anticipo, ma vi consiglio di assemblare i crostini sono all’ultimo per evitare di doverli riporre a lungo in frigorifero (l’umidità renderebbe la base molle).

image_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.