Crema pasticcera fatta in casa

La crema pasticcera è senza alcun dubbio la regina delle creme in pasticceria. Io la adoro al punto che la mangerei in ogni modo, su torte o crostate, come farcitura di biscotti o anche così al naturale, magari con un po’ di frutta.

Crema pasticcera

La ricetta della crema pasticcera è la base per molti dolci, una preparazione che bisogna proprio conoscere e padroneggiare alla perfezione. In commercio esistono diversi preparati in polvere che permettono di accelerare e (in teoria) semplificare la preparazione della crema pasticcera: dimenticateli, perché fare la crema pasticcera in casa non solo è molto semplice, ma garantisce un risultato che non potrete mai ottenere con quelle bustine liofilizzate.

Le regole sono poche: ingredienti di ottima qualità, frusta alla mano e attenzione alla cottura per evitare la formazione di grumi. Vedrete che preparare una buona crema pasticcera sarà un gioco da ragazzi!

Stagionalità

Per fortuna possiamo preparare la crema pasticcera tutto l’anno, ogni volta che ne sentiamo il desiderio!

Crema pasticcera: ricetta

Ingredienti (per circa 750 g di crema)

500 ml di latte intero fresco
6 tuorli da uova grandi
1 baccello di vaniglia
140 g di zucchero
50 g di farina 00 o fecola di patate

Versate il latte in un pentolino. Incidete il baccello di vaniglia per il lungo e grattatene i semini interni ricchi di aroma. Mettete i semi e il baccello in infusione nel latte. Scaldate il latte a fuoco basso fino a fargli sfiorare il bollore.

Nel frattempo sbattete i tuorli e lo zucchero in una ciotola fino a ottenere una crema chiara. Aggiungete la farina o la fecola e amalgamatela bene con una frusta.

Appena il latte sfiora il bollore, spegnete il fuoco ed eliminate il baccello. Versate quindi il latte, poco alla volta, sul composto di uova mescolando molto bene fino a incorporarlo completamente.

Versate il tutto nel pentolino e riprendete a scaldare a fuoco basso mescolando delicatamente e di continuo con la frusta. Cuocete per uno o due minuti dal raggiungimento del bollore quindi spegnete e trasferite la crema in una pirofila coprendola con la pellicola per alimenti in modo che sia a contatto: questo eviterà la formazione della pellicina superficiale dovuta al raffreddamento.

Una volta che la crema sarà completamente fredda potete conservarla in frigorifero o usarla per le vostre preparazioni.

Suggerimenti

Potete aromatizzare la crema pasticcera come preferite, ad esempio con le scorze di limone. Il procedimento non cambia.

In alcune preparazioni dolci, magari già molto ricche, alleggerisco la crema pasticcera riducendo il numero di tuorli, mettendone solo 4 o 5 per mezzo litro di latte, e abbassando leggermente la quantità di zucchero a 120 o 130 g rispettivamente. Ottengo così una crema un po’ più delicata.

A seconda del gusto, per ottenere una crema ancora più grassa e vellutata, è possibile sostituire una parte del latte con della panna fresca. Anche in questo caso il procedimento non cambia.

image_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.