Bruschette con hummus, fagiolini e pomodorini gialli

Qualche giorno fa abbiamo pubblicato la ricetta dell’hummus fatto in casa. Cremoso, buonissimo, facile da preparare e versatile: a tal proposito ci eravamo lasciati con la promessa di una ricetta un po’ diversa dal solito pinzimonio o dai classici falafel.

Per cui oggi vi proponiamo una ricetta vegetariana che è davvero un’esplosione di gusto: una bruschetta calda con hummus preparato in casa, fagiolini e pomodorini gialli. Sapori perfettamente bilanciati per un antipasto semplice semplice ma davvero sorprendente.

In realtà la ricetta nasce come ricetta di emergenza svuotafrigo: avete presente quando c’è la necessità di preparare qualcosa da mettere sotto i denti e nel frigo c’è l’eco e poco più? Ecco… in realtà i sapori di questa preparazione dell’ultimo minuto stanno così bene insieme che non potevamo non proporvela: a voi provare eventuali accostamenti diversi…

Stagionalità

Approfittate dei mesi fra giugno e settembre per preparare le bruschette con hummus, fagiolini e pomodorini gialli con ingredienti freschi e di stagione!

Bruschette con hummus, fagiolini e pomodorini gialli: ricetta

Ingredienti (per 4 persone)

4 fette di pane tipo pugliese (o pane per tramezzini, anche integrale)
2/3 cucchiai di hummus (trovate la ricetta qui)
100 gr di fagiolini
100 gr di pomodorini gialli
Origano, sale, olio extravergine d’oliva qb

Lavate i fagiolini, spuntateli e cuoceteli in acqua bollente salata fino a quando diventeranno morbidi. Scolateli e passateli sotto l’acqua fredda per bloccare la cottura.

Tagliate a cubetti piccoli i pomodorini, salateli leggermente, conditeli con l’olio e abbondante origano e lasciateli insaporire.

Tostate le fette di pane in forno, a 140°C, per circa 10 minuti.

Spalmate l’hummus sulle fette di pane, disponete sopra i fagiolini tagliati in piccoli tocchetti e i pomodorini e servite subito.

bruschetta-hummus-fagiolini-e-pomodorini-stagioni-nel-piatto

FAI SAPERE AI TUOI AMICI CHE TI PIACE!
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *