Tartine con cime di rapa e uova di quaglia in camicia

Oggi vi propongo un antipasto vegetariano davvero particolare, che richiede un po’ di pratica, ma che una volta preparato sono certo vi conquisterà: tartine con cime di rapa ripassate in padella e uova di quaglia in camicia!

Tartine con cime di rapa e uova di quaglia in camicia

Se volete aprire un pasto autunnale o invernale in un modo davvero originale, potete proporre ai vostri ospiti queste tartine con cime di rapa e uova di quaglia in camicia: una bella fetta di pane rustico croccante, il gusto deciso delle cime di rapa ripassate il padella e la cremosità di un uovo di quaglia in camicia che si scioglie in bocca al primo morso.

L’unica pecca è che, come potrete ben immaginare, queste tartine vanno preparate al momento: potete cuocere anticipatamente le cime di rapa ed eventualmente riscaldarle al bisogno, ma le uova in camicia non possono proprio essere preparate in anticipo. Considerate comunque che bastano davvero pochi secondi e che il risultato è davvero speciale.

Stagionalità

Potete preparare queste tartine con le cime di rapa e le uova di quaglia in camicia dal tardo autunno alla primavera, quando le cime di rapa sono di stagione.

Tartine con cime di rapa e uova di quaglia in camicia: ricetta

Ingredienti (per 4 persone)

4 fette di pane rustico
200 g di cime di rapa
4 uova di quaglia
1 spicchio di aglio
semi misti a piacere (facoltativi)
olio extravergine di oliva q.b.
sale e pepe nero q.b.

Preparate le cime di rapa: lavatele accuratamente e sbollentatele in abbondante acqua leggermente salata per 7-8 minuti. Scolatele e raffreddatele rapidamente sotto l’acqua fredda corrente. Strizzatele per eliminare l’acqua in eccesso e tritatele al coltello.

In una padella fate rosolare l’aglio tritato finemente insieme all’olio e unite le cime di rapa. Fate insaporire per qualche minuto quindi salate e pepate a piacere.

Ricavate quattro dischi di pane di circa 8-10 cm di diametro e tostateli in padella con un filo di olio oppure in forno a 180°C fino a che diverranno dorate e croccanti. Disponete su ciascuna fetta di pane un po’ di cime di rapa ripassate.

Preparate quindi le uova di quaglia in camicia. Portate a bollore in un pentolino dai bordi alti dell’acqua con un cucchiaio di aceto. Quando comincerà a bollire mescolatela con un cucchiaio per formare un vortice e rompete al centro, con delicatezza, un uovo di quaglia. Usando il cucchiaio continuate a far girare l’acqua così da avvolgere l’albume intorno al tuorlo. Passati 15 secondi togliete l’uovo dall’acqua con una schiumarola e disponetelo sulla tartina. Ripetete fino a terminare le uova di quaglia.

Servite le tartine con le cime di rapa e le uova di quaglia ancora calde accompagnandole con una generosa spolverata di pepe nero e una manciata di semi misti.

Suggerimenti

Preparare le uova in camicia richiede un po’ di pratica, ma anche se non saranno perfette di certo saranno buone! L’importante è essere delicati nel far scivolare l’uovo nell’acqua e tenere vivo il vortice per permettere all’albume di cuocere avvolgendo il tuorlo.

Io ho pensato a piccole tartine, ma se volete potete anche mettere due uova di quaglia su ciascuna tartina.

image_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.