Orto che passione!


Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Capita che,  a un certo punto, nel tuo comune venga emesso un bando per l’assegnazione di orti comunali. E che pensi: perché no?
E così tre anni fa io e Andrea abbiamo iniziato a fare anche i contadini. Con in mente una vaga idea della differenza fra una zappa e un badile e un’inesperienza a 360° su tutto quello che avere un orto comporta. Ma con pazienza, tante ricerche online, consigli di zii e amici, successi, raccolti ed esperimenti mal riusciti siamo arrivati a un buon punto.

Orto di Claudia

Non è stato sempre così: io e Andrea abbiamo iniziato con un appezzamento di terreno mai coltivato, duro, secco e arido. Abbiamo zappato, vangato, rastrellato, sarchiato, portato terra e tolto sassi. Il primo raccolto? Una fila di lattughino. Ma che gran soddisfazione! E da lì, pian piano, abbiamo provato con zucchine, pomodori, peperoni, melanzane, zucche, piselli, fagiolini, spinaci, lattuga, cipolla, aglio, carote, cavoli, radicchio, porri ed erbe aromatiche. E se anche in alcuni casi abbiamo avuto dei pessimi risultati, stiamo migliorando di giorno in giorno e sperimentando nuove coltivazioni.

Perché una sezione orto in questo blog? Vi racconterò man mano quello che succede, come crescono verdure e ortaggi, che lavori verranno fatti mese per mese e spero che seguire la crescita di peperoni e zucche possa strapparvi un sorriso e un pizzico di invidia. E che vi venga voglia di fare altrettanto: di rubare un pezzetto di terra al vostro giardino, di comprare due vasi al garden per il vostro terrazzo e provare anche voi a coltivare qualcosa. Perché non c’è niente di meglio che cucinare e mangiare qualcosa che avete cresciuto voi stessi.


Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.