Vellutata di zucca con mandorle tostate


Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Ingredienti vellutata di zucca con madorle tostate

Oggi vi propongo uno dei classici autunnali, la vellutata di zucca, un primo piatto leggero e perfetto per le fredde serate di questa stagione. La mia versione di questa ricetta con la zucca è arricchita da un soffritto a base di porro e dall’aggiunta di pinoli e mandorle tostati che regalano a questo piatto, davvero molto semplice, un gusto un po’ più particolare.

Esistono tantissime varietà di zucca e scegliere quella giusta per ogni preparazione può essere complicato: io mi sono affidato ai consigli di una disponibilissima signora che gestisce una bancarella di prodotti biologici a km0, la stessa da cui ho comprato qualche tempo fa la zucca spaghetti. Questa volta la scelta è ricaduta su una zucca moscata di Provenza, dalla polpa di un bell’arancione brillante e non troppo asciutta, perfetta per questa tipologia di ricette.

Stagionalità

Potete gustare la vellutata di zucca con mandorle tostate da settembre a febbraio, quando questo ortaggio è di stagione.

Vellutata di zucca con mandorle tostate: ricetta

Ingredienti (per 4 persone)

800 g di zucca già pulita
2 patate medie
1,2 l di acqua
70 g di porro
20 g di pinoli
20 g di mandorle a lamelle
qualche foglia di prezzemolo
sale, pepe, olio extra vergine di oliva q.b.

In una padella antiaderente tostate i pinoli per qualche minuto, finché avranno un bel colore ambrato poi teneteli da parte. Nella stessa padella fate tostare le mandorle a lamelle per qualche minuto quindi spegnete il fuoco.

In una casseruola abbastanza capiente fate appassire il porro tagliato finemente con due cucchiai di olio evo, aggiungete quindi la zucca e la patata tagliate a pezzi (meglio se tutti all’incirca della stessa dimensione). Unite l’acqua e portate a bollore, quindi salate e aggiungete anche i pinoli tostati.

Fate cuocere per circa 15-20 minuti dal bollore, il tempo di cottura dipende dalla dimensione dei pezzi quindi provate a bucarli con una forchetta per capire quando sono pronti. Una volta cotti spegnete il fuoco e togliete tutta l’acqua che riuscite con un mestolo, tenedola da parte: questa vi servirà per dare alla vellutata la consistenza che preferite.

Aggiungete qualche foglia di prezzemolo e passate il tutto con un frullatore a immersione fino ad ottenere una crema liscia e omogenea. Se dovesse risultare troppo densa aggiungete un po’ dell’acqua di cottura che avete precedentemente tolto.

Aggiustate di sale e pepe e servite la vellutata di zucca bella calda, decorando ogni piatto con un po’ di mandorle tostate.

Vellutata di zucca con mandorle tostate

Suggerimenti

L’acqua di cottura che avete tolto e che dovesse avanzare non è assolutamente da buttare: la potete utilizzare come base per un semplice brodo o aggiungerla a un minestrone. Potete conservarla in frigo per un paio di giorni oppure congelarla per quando ne avrete bisogno.

Se preferite potete aromatizzare la vellutata anche con salvia o rosmarino, ma senza esagerare perché hanno un gusto molto più deciso del prezzemolo.


Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.