Tartufi di cioccolato al caffè e biscotti

Ingredienti tartufi di cioccolato al caffè e biscotti

Il 19 marzo è la festa del papà e abbiamo deciso di festeggiarla proponendovi la nostra ricetta dei tartufi di cioccolato fondente al caffè e biscotti, dei dolcetti piccoli e golosi.

Il gusto del caffè si sposa perfettamente con quello del cioccolato e i biscotti, sbriciolati grossolanamente, regalano a questi tartufi un tocco in più. Abbiamo scelto di proporvi questi piccoli dolcetti perché la loro realizzazione è estremamente semplice e, dopo un’iniziale supervisione degli adulti per tritare e sciogliere il cioccolato, possono essere preparati anche dai bambini in totale autonomia, rendendoli un prezioso e gradito regalo!

Stagionalità

Noi ve li abbiamo proposti per la festa del papà, ma potete preparare i tartufi di cioccolato al caffè e biscotti ogni volta che ne avrete il desiderio!

Tartufi di cioccolato al caffè e biscotti: ricetta

Ingredienti (per circa 30 tartufi)

200 g di cioccolato fondente
160 g di panna fresca
3 cucchiaini di caffè solubile
90 g di biscotti secchi
cacao amaro q.b. per la copertura

In un pentolino mettete la panna e il caffè e scaldate a fuoco molto basso fino a fare sfiorare il bollore.

Nel frattempo tritate il cioccolato fondente. Una volta calda, togliete la panna dal fuoco e incorporate tutto il cioccolato mescolando bene fino a completo scioglimento. Travasate il tutto in una ciotola.

Sbriciolate i biscotti secchi grossolanamente e uniteli al cioccolato mescolando bene. Lasciate raffreddare, coprite con la pellicola e mettete il composto a riposare in frigorifero per almeno 3 ore.

Trascorso il tempo di riposo usate il composto per creare delle piccole palline cercando di non lavorarlo eccessivamente e passatele nel cacao amaro. Mettete i tartufi su un piatto da portata o in piccoli pirottini e lasciate riposare in frigorifero per un paio d’ore circa prima di servirli.

Tartufi di cioccolato al caffè e biscotti

Suggerimenti

Quando create i tartufi cercate di farlo rapidamente e senza maneggiare troppo il composto per evitare di scaldarlo eccessivamente. Ricordate che non serve fare palline perfette: i tartufi più belli sono proprio quelli irregolari!

FAI SAPERE AI TUOI AMICI CHE TI PIACE!
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *